Narrativa, n° 37/2015



Narrativa, n° 37/2015

Femminismi: teoria, critica e letteratura nell'Italia degli anni 2000

Coordination éditoriale de Silvia Contarini, Margherita Marras



Da cosa nasce l'esigenza di questo volume? Perché i Femminismi?

Si potrebbe partire dalla riattualizzazione su parafrasi di una celebre canzone del femminismo militante degli anni 70: "Noi siamo stufe". In questo caso, però, non si tratta di rimettere in discussione la dominazione maschile nel quotidiano delle casalinghe, ma piuttosto di rivoltarsi al significato, al senso e all’uso mortificato (e corrente) attribuito al femminismo; innanzitutto, dai molti (troppi) dei non addetti ai lavori: circoscritto temporalmente a un periodo cominciato e conclusosi negli anni ’70, il femminismo è da costoro generalmente dipinto con dei tratti che, scolpiti in una (a)memoria storica deformata, rimandano alle forme sminuenti e grottesche di un’espressione gridata (se non isterica) e di opposizione virulenta al “maschio”, tendenzialmente androfobica o misandrica che dir si voglia.

Non meno fastidioso è l’appiattimento essenzialistico e distorto del femminismo: scarnificato, ridotto ai minimi termini e giocato a suon di slogan da tuttologi opinionisti nei vari talk show, da presentatrici “specialiste” della comunicazione televisiva con milioni di spettatori al seguito (si veda Barbara D’Urso) che liquidano la loro “militanza” in battute da bettola e, finanche, da cantanti e autori[1] di testi in cui la “specificità femminile” si perde nei meandri della facile e non problematizzata questione/equazione donna uguale donna. Una specificità Donna, dunque, conclamata con assurda fatuità e giustificata sulla base di una “natura” femminile di biologica ascendenza che, oltre a spazzare con frivolezza il salutare concetto della diversità tra donne, viene continuamente misurata su una contrapposizione stereotipica all’uomo: Donna dispensatrice di pace contro l’uomo guerriero, sensibilità femminile contro arroganza maschile, romanticismo contro nichilismo, sentimentalismo contro sessualità, educazione contro trivialità, ecc. E queste sono solo alcune delle tante facilonerie costernanti che alimentano i “pensieri” pseudo-femministi, creando disagio e disappunto presso tutti coloro i quali portano con sé la coscienza e la memoria della combattuta e contrastata storie delle donne e conoscono il prezioso apporto politico e culturale del femminismo. La constatazione prima che ne deriva è la leggerezza imperdonabile di chi, proclamandosi femminista senza conoscerne minimamente contorni e sfumature, dimostra di ignorare il fondamento stesso del femminismo: la complessità!



[1] A questo tipo di essenzialismo piatto non sfuggono neanche celebri e stimati cantautori (Gianna Nannini, Giorgio Gaber, Zucchero Fornaciari, Luciano Ligabue, ecc.). Sicuramente, la più conosciuta e emblematica delle canzoni che riflette questa tendenza italiana è Quello che le donne non dicono (1987) di Enrico Ruggeri.

Titre Narrativa, n° 37/2015
Sous-titre Femminismi: teoria, critica e letteratura nell'Italia degli anni 2000
Édition Première édition
Partie du titre Numéro 37
Coordination éditoriale de Silvia Contarini, Margherita Marras
Langue italien
Éditeur Presses universitaires de Paris Nanterre
BISAC Classifications thématiques LIT003000 LITERARY CRITICISM / Feminist
SOC010000 SOCIAL SCIENCE / Feminism & Feminist Theory
BIC Classifications thématiques JF Society & culture: general
DSB Literary studies: general
JFSJ1 Gender studies: women
Dewey (abrégé) 800 Literature rhetoric & criticism
300 Social sciences, sociology & anthropology
Public visé 05 Enseignement supérieur
CLIL (Version 2013 ) 3081 Sciences sociales
3087 Sociologie du genre
4027 Etudes littéraires générales et thématiques
Date de première publication du titre 12 janvier 2016
Subject Scheme Identifier Code      93 Thema subject category: J      93 Thema subject category: JBSF
Avec Bibliographie ; Notes
Support Livre broché
Nb de pages 212 p. Bibliographie . Notes .
ISBN-10 2840162334
ISBN-13 9782840162339
Référence 119439-78
Date de publication 12 janvier 2016
Publication NANTERRE, France
Contenu du produit Text (eye-readable)
Nombre de pages de contenu principal 212
Format 17 x 24,5 x 1,7 cm
Poids 389 gr
Prix 15,00 €
 
119439-78


Le Comptoir dans le Quartier latin

Venez découvrir notre espace de vente et d'animation. Vous y trouverez les ouvrages de nos éditeurs & tous les numéros de leurs revues.
Plus de renseignements
ici


Autres titres dans...

la revue :


les domaines :